CASA SERENA – CAMMINANDO CON DON ORIONE – Domenica 12 Maggio 2019

 

 

Si è svolta a Bellocchi di Fano (PU) la Quinta Marcia Podistica Amatoriale per l’Handicap aperta a tutti “Camminando con Don Orione”. Numerosi sono stati i coraggiosi partecipanti di tutte le età nonostante il tempo incerto che fino al momento della partenza ha lasciato tutti col fiato sospeso, al punto di radunarsi in teatro al coperto per la presentazione dell’evento. Ma alla domanda diretta alle Ragazze di Casa Serena e ai partecipanti da parte della Superiora Sr M. Gabriella Lisco se volessero partire per la marcia, tutti in coro hanno risposto il loro grande “si”. Come d’incanto tra i vetri delle finestre è entrato un raggio di sole come segnale che si doveva partire subito. Così senza perdersi in parole, accogliendo la benedizione del Parroco, si è iniziato il conto alla rovescia e si è partiti, qualcuno anche tenendo pronto in mano l’ombrello. Ad aprire la marcia sono stati i Bambini della Scuola dell’Infanzia Paritaria San Sebastiano e le Ragazze di Casa Serena Don Orione con familiari, amici e volontari. Tra le associazioni iscritte: il MOV e l’UNITALSI di Fano che ha accompagnato i Ragazzi di Casa Penelope, il MLO, la Scuola Don Orione di Fano, gli Ex Allievi Don Orione, il Paese dei Balocchi, l’ACLI, il numeroso gruppo di Giovani della Parrocchia di Bellocchi, l’Accademia Granata di Fano. A vincere la coppa come gruppo più numeroso è stato l’UNITALSI, riconoscimento che ambiva da diversi anni. Si ringraziano la Protezione Civile e le Forze dell’Ordine che hanno agevolato la viabilità, il medico e la CRI, oltre che i generosi volontari sempre accorti e disponibili. In primis ringraziamo il buon Dio che ha custodito anche in queste ore di svago Casa Serena e i suoi amici.

 

Riassumiamo con le parole di Papa Francesco lo spirito di questa giornata vissuta insieme: Con l’amico parliamo, condividiamo le cose più segrete. Con Gesù pure conversiamo. La preghiera è una sfida e un’avventura. E che avventura! Ci permette di conoscerlo sempre meglio, di entrare nel suo profondo e di crescere in un’unione sempre più forte. La preghiera ci permette di raccontargli tutto ciò che ci accade e di stare fiduciosi tra le sue braccia, e nello stesso tempo ci regala momenti di preziosa intimità e affetto, nei quali Gesù riversa in noi la sua vita. Pregando «facciamo il suo gioco», gli facciamo spazio «perché Egli possa agire e possa entrare e possa vincere» (Christus vivit n. 155).

 

2 8-bis img_8278

5-marcia-podistica

(Mariella braccialini – Casa Serena)

 

download

 

Filippo,

giovane attore

che inquadravi i nostri espressivi spettacoli,

hai lasciato un dolce ricordo sulla scena e ricordi tutti noi.

Ciao Filippo,

che il Signore ti prenda con sé

e la tua arte

che commuoveva tutti noi.

 

 

09

 

Dal 3 al 6 agosto la Beata Vergine Maria Lauretana ha accolto i suoi figli, ossia 300 pellegrini tra ammalati e accompagnatori provenienti dalle diocesi di Fano-Fossombrone-Cagli-Pergola, di Pesaro e di Urbino-Urbania-Sant’Angelo in Vado. Tema di questi 4 giorni mariani organizzati da l’UNITALSI MARCHE ha avuto per titolo: “Fate quello che vi dirà,Gv 2,5”. A questo importante pellegrinaggio ha partecipato anche Casa Serena di Bellocchi di Fano PU con la presenza di una ventina di Ragazze con disabilità fisica e psichica accompagnate da tre suore orionine.

Venerdì 3 agosto nel pomeriggio si è celebrata la Liturgia penitenziale in Basilica Superiore guidata da S.E. Mons. Giovanni Tani Arcivescovo di Urbino-Urbania- Sant’Angelo in Vado seguita dalla devota visita alla Santa Casa per poi continuare la preghiera con la tradizionale Processione e benedizione eucaristica in piazza. La serata si è conclusa ancora all’aperto con l’animazione di Sr M. Gabriella Lisco, Sr M. Grazia Scaramuzza (Sacramentina) e di Sr M. Evelina Golimowska con testimonianze di vita contemplativa e missionaria del carisma orionino presente nel mondo. Si è data così la Buona Notte con la lode del Magnificat da parte di Mariella di Casa Serena e lo Scritto di Don Orione Amo la Madonna e canto.

Sabato 4 agosto Dopo le Lodi mattutine nella suggestiva Sala Pomarancio, il numeroso gruppo con carrozzine e si è portato nella Basilica Superiore per la Celebrazione eucaristica presieduta S.E. Mons. Armando Trasardi Vescovo di Fano-Fossombrone-Cagli-Pergola. La gioia dei cuori è continuata con la Festa in piazza con l’animazione dei Giovanissimi da parte del Servizio Gioia dell’Unitalsi. Dopo il meritato riposo è seguito l’Incontro con gli Operatori da parte del Vescovo e la preghiera mariana in Basilica con i malati e gli accompagnatori e la visita nella Santa Casa, per poi proseguire alla Processione e benedizione eucaristica in piazza. La giornata si è conclusa unendoci a tutti gli altri pellegrini nella con la fiaccolata, pregando nelle varie lingue il Rosario.

Domenica 5 agosto Dopo le Lodi il gruppo è entrato nella Cripta dei Santi Pellegrini (Basilica Inferiore) per la Celebrazione eucaristica presieduta S.E. Mons. Piero Coccia Arcivescovo di Pesaro. Poi è seguita la Riunione dei Giovani e la Festa animata in piazza prima del pranzo. Nel pomeriggio il gruppo si è riunito in Sala Pomarancio per la Solenne Adorazione eucaristica che si è conclusa poi con la Processione e benedizione eucaristica in piazza presieduta da Mons. Fabio Dal Cin Arcivescovo di Loreto che ha salutato mano nella mano, tutti gli ammalati presenti. La serata si è conclusa con la Festa dell’Arrivederci animata dai giovani e giovanissimi unitalsiani con la partecipazione delle veterane e il dono del tradizionale foulard quest’anno di colore rosso.

Lunedì 6 agosto Si è concluso il Pellegrinaggio in Basilica Superiore con la Celebrazione eucaristica e il saluto a Maria, dove abbiamo affidato il nostro cammino di fede, noi stessi e tutti i nostri cari, certi che possiamo ricorrere a Lei in ogni momento della vita, oltre che a tanti fratelli e sorelle che hanno condiviso questa bella esperienza di fede in fraternità.

Al termine di questa entusiasmante esperienza di fede, ringraziamo tutti gli ammalati che hanno partecipato a questi 4 giorni a Loreto, certi che sono stati proprio loro, ad accompagnare chi pensava di godere buona salute di corpo e di spirito!

04

Domenica 24 giugno Casa Serena Don Orione ha gioito per la FESTA DELLA RICONOSCENZA 2018. Come è doveroso abbiamo ringraziato il Signore per il bene che abbiamo ricevuto durante quest’anno, così le suore, i sacerdoti, il personale, i familiari, gli amici, i benefattori, le associazioni, le autorità civili, tutti coloro che con modalità diverse hanno sostenuto e continuano a sostenere Casa Serena e sono vicini nei piccoli successi di ogni giorno e negli ostacoli da superare oltre che negli eventi più importanti.

 

Un grazie di cuore si è rivolto ai Volontari, in particolare al MOV di Fano con il nuovo Direttivo e il Presidente Filippo Paterniani, all’UNITALSI con il Presidente Pier Manenti, sempre attento e disponibile alle necessità. Sappiamo che il volontariato non sostituisce il personale che presta un servizio insostituibile e continuo, ma Casa Serena non potrebbe sussistere senza la preziosa presenza dei Volontari. Altro motivo di ringraziamento è stato per il MLO di Fano coordinato da Roberto Pierini e dal Suo Consiglio.

Il grazie più grande, se così si può dire è stato rivolto alle Ragazze di Casa Serena, perché sono loro che ci danno l’opportunità di operare nella loro casa, di poter donare tempo e cuore.

Quest’anno, la festa ha avuto per titolo “NOI, CON I GIOVANI, SEMPRE!” tema che ci ha fatto riflettere sui giovani, seguendo le linee dei Vescovi con il Sinodo di quest’anno a loro dedicato.

San Luigi Orione sempre ha impegnato tempo, cuore ai Giovani che ha incontrato, offrendo anche molti sacrifici in loro favore, ma soprattutto condividendo con loro la sua stessa vita e le sue stesse preoccupazioni, per attirarli al Signore con il suo esempio. Anche noi oggi, amici di Casa Serena, abbiamo rinnovato l’interesse per i Giovani, con la preghiera e la vicinanza per accompagnarli verso un futuro perché li renda protagonisti delle loro scelte di vita.

 

Per questi motivi, ha partecipato alla celebrazione eucaristica Don Giovanni Carollo, dei Figli della Divina Provvidenza che si dedica alla cura dei giovani e del loro cammino spirituale e vocazionale.

 

Come da programma dopo la Santa Messa si è esibito con il ballo il gruppo dell’Unitalsi di Fano “Servizio Gioia” aprendo il secondo momento della festa dedicato alla consegna di numerosi riconoscimenti di merito:

PREMIO ALTA FEDELTA’ 2018

AGLI SPOSI FEDELI LAMBERTO e DINA

PREMIO CONTROCORRENTE

A DUE GIOVANI VOLONTARI CHE PRESTO SI SPOSANO FRANCESCA E MAURO

PREMIO PASSIONE PER IL LAVORO

ALLA GIOVANE DIPENDENTE GIORGIA G.

PREMIO AMICA DI SR RICREATIO

ALLA VOLONTARIA MOV ANNAMARIA M.

PREMIO TEATRO

A MARIELLA B. per la sua impeccabile interpretazione.

PREMIO CULTURA

A OLGA N. per la passione di conoscere cose nuove tramite la lettura.

PREMIO TENACIA

AD ALMETTA F. per la forza di volontà che ha dimostrato in questo tempo di riabilitazione.

 

Altro momento significativo è stato lo spettacolo realizzato dalle Ragazze di Casa Serena con regia di Lucilla Monaco che con tanta passione e gioia hanno coinvolto tutti i partecipanti alla festa.

Si ringrazia per la presenza dell’Assessore alle Politiche Sociali di Fano Marina Bargnesi e dei Confratelli dell’Ist. Mons. Gentili di Fano.

La festa si è conclusa con il buffet, tanta musica e il video della IV marcia Podistica. 06 05 03 02 01

loncadina-festa-riconoscenza-2018-1

img-20180427-wa0000

4-marcia-podistica

CAMMINANDO CON DON ORIONE NELLA SANTITA’ – Domenica 13 Maggio 2018

 

Si è svolta a Bellocchi di Fano (PU) la Quarta Marcia Podistica Amatoriale per l’Handicap aperta a tutti “Camminando con Don Orione”. Oltre 300 sono stati i partecipanti di tutte le età. I partecipanti, tutti con le magliette verdi, hanno ricevuto prima di partire la Benedizione dal Parroco Don Giuseppe Cavoli e l’invito tratto dalle Parole di Papa Francesco dall’Esortazione “Gaudete et Esultate”: “Tutti siamo chiamati ad essere santi vivendo con amore e offrendo ciascuno la propria testimonianza nelle occupazioni di ogni giorno, lì dove si trova”. Continuando con le parole del Papa: “Sei una consacrata o un consacrato? Sii santo vivendo con gioia la tua donazione. Sei sposato? Sii santo amando e prendendoti cura di tuo marito o di tua moglie, come Cristo ha fatto con la Chiesa. Sei un lavoratore? Sii santo compiendo con onestà e competenza il tuo lavoro al servizio dei fratelli. Sei genitore o nonna o nonno? Sii santo insegnando con pazienza ai bambini a seguire Gesù. Hai autorità? Sii santo lottando a favore del bene comune e rinunciando ai tuoi interessi personali”.

I partecipanti hanno così formato un lungo serpentone per le strade, tra le case del territorio. Ad aprire la marcia sono stati i Bambini della Scuola dell’Infanzia Paritaria San Sebastiano e le Ragazze di Casa Serena Don Orione con numerosi familiari, amici e volontari. Gradita è stata anche la presenza della Superiora Provinciale Mater Dei Suor M. Gemma Monceri. Tra le associazioni iscritte: il MOV di Fano con il nuovo direttivo al completo presieduto da Filippo Paterniani, l’UNITALSI di Fano che ha accompagnato i Ragazzi di Casa Penelope, il Movimento Laicale Orionino, la Scuola Don Orione di Fano, gli Ex Allievi Don Orione, il Paese dei Balocchi, l’Associazione “l’Anima ride”, il numeroso gruppo di Giovani e Giovanissimi di Bellocchi protagonisti nell’anno dedicato a loro dal Sinodo e l’ACLI di Bellocchi che ha guadagnato la coppa come gruppo più numeroso. Si ringraziano la Protezione Civile e le Forze dell’Ordine che hanno agevolato la viabilità oltre che i medici e il personale per l’assistenza sanitaria e la presenza della CRI. Anche il meteo è stato favorevole e ringraziamo Chi dall’Alto ha protetto l’evento.

 

img_5644img_5544

invito-mlo_aprile_2018

via-crucis-locandina-2018